Wineexpert Vendita vini online

Vini di Valtellina e Leonardo da Vinci

Vini di Valtellina e Leonardo da Vinci

Quest’anno ricorre il Cinquecentesimo anno dalla scomparsa di Leonardo da Vinci, il grande genio toscano che nell’arco della sua vita si è occupato di  moltissime cose (arte, architettura, costruzione di macchine, botanica, matematica, idraulica…) e ne ha lasciato traccia nei suoi scritti, i cosiddetti “Codici”.

Leonardo ha vissuto per numerosi anni a Milano a partire dal 1482, quando fu chiamato alla corte di Ludovico il Moro al Castello Sforzesco.

Ebbe modo di viaggiare in alta Lombardia e prendere informazioni sul suo territorio, spinto dalla sua innata curiosità ma anche da un compito affidatogli dal Duca, quello di rendere navigabili le acque del fiume Adda per trasportare agevolmente le merci (pietre, ferro, legname, cibo) dal Lago di Como e dalle valli adiacenti a Milano.
Nel Codice Atlantico, conservato alla Biblioteca Ambrosiana di Milano, Leonardo parla della Valtellina, descrivendola come terra circondata da alti e impervi monti dove si producono vini molto potenti, venduti a un soldo al boccale.

Già nel Rinascimento la Valtellina era quindi nota per i suoi vini corposi e intensi.

Una tradizione, quella vitivinicola in Valtellina, che vanta origini antichissime e che ancora oggi viene portata avanti sui ripidi terrazzamenti che la caratterizzano.